02.ott.2012 A BARCELLONA IL 12 OTTOBRE PER SAPERNE DI PIU’ SULL’ECONOMIA INFORMALE

the informal economy

Il 12 ottobre 2012 presso il Centro della Cultura Contemporanea di Barcellona (CCCB) si terrà un convegno davvero interessante per chi si occupa di innovazione sociale e design dei servizi. Si tratta del convegno sull’Economia Informale che cercherà di indagare come questa economia parzialmente “sommersa” stia contribuendo a cambiare il paesaggio del business globale in maniera notevole.

Citando il testo di presentazione del convegno “se l’economia globale informale fosse una nazione, sarebbe il PIL secondo più grande del mondo”. E’ il settore in più rapida crescita e non è un caso che le aziende in questo momento storico siano interessate a vagliare le nuove opportunità offerte. Le varie attività imprenditoriali bottom-up, do-it-yourself, spesso condotte in crowdsourcing e con una relazionalità P2P, stanno dando luogo ad un’economia che in realtà è già agganciata all’economia formale, dialoga con essa e sta stabilendo delle relazioni che meritano l’approfondimento proposto dal convegno .

Il programma della giornata è intenso, fra gli speaker segnalo John Thackara, autore di “In the Bubble: Designing in a Complex World” e Alexa Clay, autrice di “The Social Intrapreneur: A Field Guide for Corporate Changemakers.”

Il convegno è organizzato da Claro Partners un’azienda-network con sedi a Barcellona e Parigi che si occupa di elaborare servizi e strategie connesse all’innovazione sociale. E’ ancora possibile registrarsi, con prezzi ridotti per studenti.

Commenti disabilitati