19.dic.2011 DESIGN DEI SERVIZI E DISINTERMEDIAZIONE: L’ESEMPIO DI NOZIO NEL TURISMO

nozio

Nozio non è il solito sito per prenotare un hotel a prezzi scontati, è una piattaforma che accoglie albergatori e viaggiatori e si basa sull’idea della disintermediazione: il turista risparmia perché tramite Nozio è spinto a prenotare direttamente sul sito dell’hotel senza nessuna commissione.

Attualmente Nozio si occupa dell’offerta internet di circa 600 alberghi e offre una varietà di servizi turistici cercando di incoraggiare un “nuovo modo di viaggiare conveniente, autentico e di qualità.”

Il fatto che Nozio abbia la sua sede all’interno del VEGA, il Parco scientifico e tecnologico di Venezia (VEnice GAteway), la dice lunga sull’orientamento del marchio: tutte le aziende ospitate dal VEGA fanno ricerca, collaborano tra loro e sono fortemente orientate all’innovazione. Nozio è un marchio ” fondato sul rapporto diretto tra chi viaggia e chi accoglie garantendo così ai viaggiatori un’esperienza autentica e, ai territori turistici, tutte le risorse necessarie per il loro sviluppo.”

Non solo, Nozio è ufficialmente partner di Google, Tripadvisor e Trivago: si tratta di una vera e propria rivoluzione perché significa entrare in un ambito che prima era un territorio esclusivo delle OLTA e poter quindi pubblicizzare i prezzi e le disponibilità sui portali ufficiali degli hotel.

Le OLTA sono le Online Travel Agencies e sono intermediari tra il viaggiatore e il produttore del servizio, spesso propongono offerte poco trasparenti e talvolta vi sono commissioni nascoste al viaggiatore. Queste commissioni rendono il turismo poco sostenibile perché privano i produttori e il loro territorio di importanti risorse economiche che rimangano a vantaggio di pochi (le OLTA appunto.)

Queste tematiche si incrociano con le discipline del design per il territorio e del design dei servizi. Non si può progettare un servizio senza tener conto del principio della disintermediazione, ossia senza cercare di favorire relazioni dirette, legami col territorio, accorciando la “catena” ed eliminando tutti gli intermediari possibili. E’ un principio che si cerca di tenere in considerazione in vari settori, nel cibo si chiama filiera corta, si parla poi di disintermediazione bancaria, immobiliare e appunto turistica.

L’obiettivo è la massima trasparenza e il rapporto diretto fra la domanda e l’offerta.

nozio guida

Nell’immagine di sopra la guida di viaggio direttamente scaricabile  e stampabile da nozio.it

www.nozio.it

www.vegapark.ve.it