03.dic.2010 L’ARTISTA AMERICANA SANDY SKOGLUND AL LUCCADIGITALPHOTOFEST

SANDY SKOGLUND

Il Luccadigitalphotofest dedica un’ampia retrospettiva di fotografie, “The power of imagination”, all’artista americana Sandy Skoglund.

La Skoglund può essere definita fotografa, più correttamente è un’artista concettuale che costruisce fisicamente i set delle sue immagini per poi effettuare lo scatto che diventerà l’opera d’arte. Il set è sempre lo stesso, un angolo del suo loft dove allestisce tutte le sue messe in scena: impiega tantissimo tempo per scegliere gli elementi che faranno parte della composizione e molti di questi li fa costruire ad hoc. Alcuni allestimenti hanno addirittura necessitato di un anno e mezzo prima di essere immortalati.

Il risultato sono immagini uscite da un mondo fantastico, popolate da presenze surreali: pesci rossi e arancioni, gatti verdi, cani lilla, scoiattoli blu, volpi rosse …Questi sono veri e propri artefatti in resina, cartapesta o gesso che abitano interni monocromatici di vario genere, soggiorni, camere da letto, sale di ristoranti, che per l’occasione si tingono totalmente di blu o di grigio, o di altri colori. Le sue immagini si collocano a metà strada tra sogno e incubo ed interpretano la mediocrità della vita quotidiana della classe media americana, il tutto con una vena ironica che si può ritrovare nei titoli dati alle opere: “La vendetta dei pesci rossi”, “Gatti radioattivi” ecc.

In Italia l’opera di Sandy Skoglund è stata conosciuta relativamente tardi, la prima grande retrospettiva pubblica l’ha offerta  il MAN di Nuoro, che ha creato anche un catalogo in cui è raccontata tutta l’opera del’artista americana.

E’ attualmente in mostra a Lucca fino al 12 dicembre come ospite d’onore del Luccadigitalphotofest.

www.sandyskoglund.com

www.museoman.it

http://www.ldpf.it/