18.mar.2011 LA NUOVA IDENTITA’ VISIVA DI MIT MEDIA LAB: COLLABORATIVA E DINAMICA.

IL MIT Media Lab ha sviluppato la sua nuova identità visiva cercando di rappresentare al meglio se stesso: una comunità di creativi con differenti orientamenti culturali e professionali che insieme cercano di progettare il futuro, sperimentandolo in anteprima.

L’idea alla base dell’identità visiva è di utilizzare un algoritmo capace di generare conformazioni del logo sempre diverse, in modo che studenti, docenti e personale possano creare il proprio simbolo e utilizzarlo in tutte le applicazioni dell’immagine coordinata: biglietti da visita, carta intestata, presentazioni ecc. Tutto ciò è possibile grazie ad una piattaforma on-line, che è l’interfaccia di accesso all’identità visiva, in modo che chiunque lavori al MIT possa richiedere e creare il proprio logo personalizzato.

Aldilà del risultato estetico, trovo molto efficace l’idea di creare un’identità visiva in maniera collaborativa, ogni forma generata rappresenta simbolicamente il contributo di ciascuno, il logo diviene poi non soltanto la somma delle parti, ma la compenetrazione, la collaborazione, la giustapposizione di queste.

Non solo, quest’idea della collaborazione pervade lo spirito del MIT  sin dalla sua mission: generare una visione collaborativa del futuro.

L’idea è dello studio TheGreenEyl, la direzione creativa è Richard The e E Roon Kang, il software utilizzato è Processing, il video è di Paula Aguilera del MIT.

http://www.media.mit.edu/

http://www.thegreeneyl.com

http://www.processing.org