23.mar.2011 MOLESKINE: UN PRODOTTO, TANTE AZIONI, STORIE, SERVIZI ED EVENTI

Questo è un primo post che scrivo sul caso Moleskine, la piccola impresa nata in Italia che partendo dal taccuino di viaggio ha lavorato sodo per crearvi un immaginario attorno, capace a sua volta di generare altre storie, prodotti, servizi, eventi.

Tutti conoscono ormai quel che fa Moleskine, sembra quindi di fare la scoperta dell’acqua calda, in realtà soffermandomi a lungo nel loro sito e osservando quel che accade nei punti vendita mi sono resa conto di come questa sottile e diffusa trama fosse stata ordita con maestria.

Innanzitutto si definiscono produttori di una “famiglia di oggetti nomadi” che sono “compagni indispensabili dei mestieri creativi e dell’immaginario del nostro tempo”. Hanno pensato a tutto un sistema di azioni possibili attorno all’oggetto Moleskine, cercando di focalizzarsi sulle attività umane contemporanee e sul concetto di passione.

Creatività e passione sono le parole chiave, per questo Moleskine è riuscita a costruire una vera e propria comunità di follower, creando sinergie e connessioni con tutte le comunità creative possibili e con gli appassionati di ogni genere: viaggiatori, scuole, disegnatori, artisti, per poi passare alle passioni più comuni, giardinaggio, cucina, moda, e non essere più appannaggio dei pochi creativi, ma di tutti.

Il messaggio che ne viene fuori è un suggerimento ad un un tipo di vita accurata e dettaglista, piena di interessi che sono documentati, memorizzati, visualizzati.

Un mondo intero e personale dentro un piccolo oggetto. Tutto questo viene condiviso anche digitalmente attraverso lo scambio di video tematici su you tube e vimeo, in fondo quello che avviene è una produzione e condivisone di conoscenza.

Inserisco in questo post il video di prodotto dedicato all’ultima Moleskine uscita, dedicata al giardinaggio.

http://www.moleskine.com