09.apr.2010 WISLAVA SZYMBORSKA – CONTRO I GRANDI NUMERI

wislava szymborska

Per chi ancora non lo sapesse, Wislava Szymborska è una poetessa polacca di 87 anni che nel 1996 è stata insignita del premio Nobel per la letteratura.

La sua poesia è talmente  secca e sintetica da sembrare prosa. Gli argomenti di ispirazione sono tratti dai temi più disparati: piccoli fatti quotidiani, oggetti insignificanti come la cipolla, un insetto, fatti della storia passata..la particolarità della sua poesia è molto ben espressa dalla motivazione addotta dalla giuria del premio Nobel: “Per la capacità poetica che con ironica precisione permette al contesto storico e ambientale di venire alla luce in frammenti di umana realtà”.

Una delle sue poesie più note, che è anche titolo di una raccolta omonima, è “Grande Numero”ed è stata scritta durante gli anni del comunismo in Polonia. La Szymborska si dichiara contraria ai grandi numeri, alle masse, alle omologazioni, all’unico sguardo sulle cose.  Afferma : “4 miliardi di uomini su questa terra..ma la mia immaginazione è uguale a prima…se la cava male con i grandi numeri… continua a commuovermi la singolarità”. Il suo lavoro di poetessa, che avviene appunto sui piccoli numeri, in piena scala microsuper, è stato e continua ad essere molto importante, niente nelle sue poesie è normale o ordinario. Elevare la normalità è il lavoro del poeta, e, afferma Wislava Szymborska, a quanto pare il mondo avrà sempre bisogno di poeti. Aggiungo io: il mondo avrà sempre bisogno dello stupore e della forza di eroi come questa grande donna dell’est.